Saluto del Presidente del Cai Veneto

Il CDR del CAI Veneto esprime anzitutto i più sentiti ringraziamenti alla Commissione Centrale per l’Escursionismo per la scelta compiuta, manifestando la volontà di attuare la 16a Settimana Nazionale nell’ambito della montagna bellunese, cadorina e ampezzana in particolare. Siamo onorati di questa scelta che potrà permettere al territorio della montagna veneta di far conoscere, a chi ancora non lo avesse frequentato, le numerose località delle nostre vallate ricche di storia, cultura e tradizioni, nonché itinerari che porteranno l’escursionista ad apprezzare luoghi di grande valenza ambientale e panoramica, nella splendida cornice dolomitica, fregiata dal 2009 del prestigioso riconoscimento UNESCO.

Un caloroso benvenuto, quindi, a tutti coloro che vorranno partecipare all’evento, ai tanti protagonisti che per una settimana vivranno a contatto con le cime considerate tra le più belle del mondo e i graziosi borghi che punteggiano le vallate, i paesaggi delle Dolomiti Bellunesi carichi di magia e di suggestione, costituiti da limpidi laghetti alpini, boschi secolari, rocce dalle forme evocative che al variare della luce acquistano riflessi rosati.

I tanti ospiti avranno l’opportunità di muoversi nel cuore delle Dolomiti gustando il suo patrimonio paesaggistico, turistico e culturale. Su queste montagne troveranno le sofferenti tracce della Grande Guerra con itinerari che ripercorrono le trincee, i camminamenti, le postazioni e le gallerie della prima guerra mondiale, come non mancheranno le opportunità di percorsi da mountain bike e gli itinerari impegnativi con traversate in quota. I centri della montagna veneta, cresciuti in verdi vallate fasciate di secolari foreste, adagiati in belle conche alpine, anfiteatri naturali di contemplazione, o aggrappati ad aerei costoni dagli orizzonti aperti sui monti che fanno da corona, vantano una storia millenaria costruita sulla trasmissione, di generazione in generazione, della memoria collettiva. Numerosi i musei da visitare, le rievocazioni ed i gesti quotidiani che ricordano la difficile vita di montagna.

Vi attendono centri attrezzati per una calorosa accoglienza, migliaia di chilometri di sentieri segnalati e decine di rifugi e bivacchi in alta quota, punti panoramici di grande interesse, raggiungibili anche con facili escursioni, immersi nel fascino profondo di maestosi massicci, pareti rocciose, canaloni e creste affilate, tra pinnacoli, guglie e torri che sorgono dal verde dei pascoli alpini.

Durante l’importante manifestazione di carattere nazionale, che vedrà partecipe un elevato numero di escursionisti provenienti da tutte le regioni d’Italia, avranno contestualmente luogo, per felice coincidenza, stimolanti e significativi avvenimenti che aggiungeranno alla Settimana dell’Escursionismo ulteriori motivi d’interesse e occasioni di partecipazione, quali:

Il 16° Meeting Nazionale della Sentieristica
Il 7° Raduno Nazionale di Cicloescursionismo
Il 1° Raduno nazionale dei Seniores

Certamente questo Gruppo Regionale, riconoscente per l’attenzione dimostrata, farà tutto il possibile per concretizzare il proprio sostegno all’importante manifestazione unitamente alla commissione tecnica interregionale, all’impegno dei tanti AE VFG e all’operoso coordinamento delle sezioni cadorine, guidate dalla sezione storica di Auronzo. Si rinnovano con l’occasione i migliori auguri a tutti i partecipanti per una positiva riuscita dell’esperienza escursionistica in terra veneta.

Francesco Carrer
Presidente C.A.I. Veneto